Percorso di scoperta del proprio femminile profondo attraverso gli archetipi delle dee greche.

Quando e dove

8 incontri – online

a partire dal 29 ottobre 2020

Requisiti

desiderio di conoscenza profonda di sè

Descrizione del corso

LE DEE INTERIORI.

  • Percorso di scoperta del proprio femminile profondo attraverso gli archetipi delle dee greche.
  • Percorso di immaginazione attiva per risolvere i propri conflitti interiori

Le antiche dee continuano a vivere dentro noi donne e influenzano la nostra personalità e i nostri comportamenti.

La conoscenza degli archetipi che ci appartengono e agiscono dentro di noi (per lo più a nostra insaputa) ci permette di diventare più consapevoli, di scoprire quali, in un certo momento della nostra vita è bene far venire allo scoperto, a quali chiedere aiuto, e quali invece tenere a bada perchè troppo invadenti.

Entrare in contatto con le dee interiori permette inoltre un armonioso sviluppo del nostro potenziale femminile.

La conoscenza degli archetipi che ci appartengono è un’occasione di scoperta e conoscenza di sè, uno strumento di crescita ed evoluzione personale potentissimo e istantaneo, che permette di dare una svolta alla propria Vita.

Ascoltando il racconto dei miti antichi possiamo scoprire che ci sono situazioni che non cambiano affatto, nemmeno col passare dei secoli.

Il Percorso è rivolte alle donne che …

  • come Era sono mogli e compagne innamorate e il partner è il centro della loro esistenza
  • come Demetra sono madri protettive e donne altruiste che si prendono cura degli altri con amore
  • come Persefone sono indecise, insicure o eterne adolescenti
  • come Artemide si sentono indipendenti e coraggiose
  • come Atena sono organizzate e “in carriera”
  • come Estia sono meditative e spirituali
  • come Afrodite sono sensuali e creative

E tu, istintivamente, con quale ti sei subito identificata?

Quale hai sentito più vicina alla tua personalità?

Partendo da intuizioni della psicologia analitica, che si serve del riferimento alla mitologia per raccontare simbolicamente la fenomenologia femminile ed il potenziale percorso di individuazione della donna, Jean S. Bolen ha scritto un bellissimo libro “le dee dentro la donna“, alla quale mi sono liberamente ispirata per creare questo percorso.

Il Per-Corso

Questo è un percorso che partendo dal racconto del mito ci porterà a scoprire le caratteristiche proprie di ciascuna dea. Verranno svelati i loro punti deboli e quelli di forza, in modo da ricercare e valorizzare le caratteristiche di alcune dee, e lavorare sulle fragilità e debolezze di altre, e in particolare vedremo quali restano inascoltate e agiscono nell’ombra combinando un sacco di guai nella nostra Vita.

  • E’ un viaggio di trasformazione da vittima a Regina
  • E’ un laboratorio teorico-esperenziale di introduzione alla conoscenza e allo sviluppo del proprio potenziale femminile.
  • E’ un percorso esplorativo nel mondo degli archetipi che ci abitano, per diventare consapevoli di quale nutrire e far emergere in un certo momento della nostra vita o periodo e quale invece tenere a freno

Lavoreremo su ogni dea con un Dea Lab che comprende

  • l’ascolto
  • l’immaginazione attiva
  • l’espressione grafico-pittorica
  • la meditazione-visualizzazione guidata
  • la scrittura
  • lo scambio verbale di condivisione e confronto con il gruppo

Lavoreremo quindi sull’assemblea delle dee riunite assieme al nostro Io per imparare a gestirle in armonia senza litigi e accapigliamenti per la “presa della mela”

A quale dea spetta la mela d’oro?

Nella nostra psiche così come accadeva nell’Olimpo hanno luogo competizione, conflitti e alleanze fra dee.

Quali sono le dee che la nostra psiche ignora?
E quali invece tiene di conto?
In base a cosa fa la sua scelta?


Proprio come accadeva nell’Olimpo fra gli dei, gli archetipi che ci abitano lottano per trovare una loro espressione.

Spetterà al nostro Io prendere in mano la situazione e gestire l’assemblea delle dee attraverso la consapevolezza e la capacità di scelta

Attivare in noi le immagini delle dee può aiutarci a conoscere meglio questi archetipi, che operano nella nostra psiche.

Per esempio,  fare una visualizzazione su una dea e conversare con lei.
Attraverso l’ “immaginazione attiva”, così lo chiama Jung – possiamo scoprire  di poter fare delle domande ed ottenere delle risposte.
In tal modo si stabilisce una dialogo interiore con noi stesse che approfondisce la conoscenza di una figura archetipica che è parte di noi.

Una volta che siamo riuscite a sintonizzarci con diverse parti di noi e ad ascoltarle, una volta che riusciamo ad osservare e ascoltare le diverse priorità e ciò che è in conflitto, si potranno valutare e valutare anche l’importanza che essi hanno per noi. In tal modo possiamo fare scelte consapevoli e quando sorgerà un conflitto saremo in grado di decidere a quali priorità dare la precedenza e quali azioni intraprendere. In tal modo le decisioni risolveranno tali conflitti invece di generare guerre interne. 

Ben presto l’Io riuscirà di volta in volta a decidere a chi dare la mela d’oro in assemblea.

In ogni donna c’è potenzialmente un’eroina.

Il suo viaggio inizia con la sua nascita e prosegue per tutta la sua vita.
Lungo il cammino incontrerà sofferenza, solitudine, incertezze, vulnerabilità, limiti e ostacoli; assieme a esperienze positive e gratificanti, d’amore, potrà sviluppare il suo carattere e apprendere la saggezza.

L’essere umano è plasmato dalle scelte che fa, dalla sua capacità di credere e d’amare, d’impegnarsi e d’imparare.

Non è solo ciò che ci accade ciò che ci plasma e che fa di noi ciò che siamo; ma anche e sopratutto ciò che avviene in noi. Ciò che determina veramente il nostro divenire sono i sentimenti e le reazioni che abbiamo, interne ed esterne, più che ciò che ci accade.

Ci sono donne che da bambine hanno vissuto terribili drammi o che da bimbe o da adolescenti-giovani donne sono state svalutate e limitate in ciò che potevano o non potevano fare.
Tutte hanno avuto un mito interno, una vita di fantasia o un compagno immaginario.
Solo una parte di queste donne, tuttavia,  nonostante le frustrazioni, le ferite e le violenze subite (fisiche e/o psicologiche) continuano a provare tenerezza e compassione nei confronti degli altri, p.e.
L’esperienza traumatica ha lasciato loro delle ferite, anche profonde ma in loro è sopravvissuta anche una fiducia di fondo, una capacità d’amare e di sperare.

Questa è la differenza fra una vittima e un’eroina.

L’eroina è capace di scegliere. Ha mantenuto il senso di sè dal modo in cui veniva trattate. Ha valutato la situazione, deciso come reagire al presente e fatto piani per il futuro. Usa l’intelligenza, si fa guidare da una visione. L’eroina è sostenuta da un mito interno che le dice che se riesce a farcela e ad andare avanti in quella situazione, si prepara un posto migliore per il futuro.

Vieni a scoprire quali dee albergano in te e come diventare un’eroina per vivere la tua tua Vita al meglio delle tue possibilità

Il Percorso che vi propongo si svolgerà in 8 incontri
1 incontro alla settimana – online

Ecco Cosa Ricevi Iscrivendoti subito a questo percorso


  • 8 Moduli Audio di 90 minuti ciascuno.
  • Un e-book-pdf con tutte le storie delle dee
  • Il quaderno in pdf con tutti gli esercizi/domande del percorso


    PIU’ BONUS ESCLUSIVO
  • File audio delle singole meditazioni inedite

Vuoi iscriverti a questo Corso?

Richiedi la tua iscrizione compilando il modulo qui sotto
Chiudi il menu